1. L’esercizio dell’attività assicurativa nei rami vita e nei rami danni, come classificati all’articolo 2, è riservato alle imprese di assicurazione.

2. L’impresa di assicurazione limita l’oggetto sociale all’esercizio dei soli rami vita oppure dei soli rami danni e della relativa riassicurazione.

3. In deroga al comma 2, è consentito l’esercizio congiunto dei rami vita e dei soli rami danni

infortuni e malattia di cui all’articolo 2, comma 3. L’impresa è tenuta ad una gestione separata per ciascuna delle due attività secondo le disposizioni stabilite dall’ISVAP con regolamento.

4. L’impresa di assicurazione può inoltre svolgere le operazioni connesse o strumentali all’esercizio dell’attività assicurativa o riassicurativa. Sono inoltre consentite le attività relative alla costituzione ed alla gestione delle forme di assistenza sanitaria e di previdenza integrative, nei limiti ed alle condizioni stabilite dalla legge.

Condividi questa pagina Condividila ai tuoi amici e colleghi


1. Agli effetti del codice delle assicurazioni pri ...

Continua a leggere

1. Nei rami vita la classificazione per ramo è la ...

Continua a leggere

1. La vigilanza ha per scopo la sana e prudente ge ...

Continua a leggere

1. Il Ministro delle attività produttive adotta i ...

Continua a leggere

1. L’ISVAP svolge le funzioni di vigilanza s ...

Continua a leggere

1. L’ISVAP esercita le funzioni di vigilanza ...

Continua a leggere


< Torna indietro