Articolo 91. 1. Gli enti e le associazioni senza scopo di lucro ai quali, anteriormente alla commissione del fatto per cui si procede, sono state riconosciute, in forza di legge, finalità di tutela degli interessi lesi dal reato, possono esercitare, ...

Continua a leggere

Articolo 92. 1. L’esercizio dei diritti e delle facoltà spettanti agli enti e alle associazioni rappresentativi di interessi lesi dal reato è subordinato al consenso della persona offesa. 2. Il consenso deve risultare da atto pubblico o da scri ...

Continua a leggere

Articolo 93. 1. Per l’esercizio dei diritti e delle facoltà previsti dall’articolo 91 l’ente o l’associazione presenta all’autorità procedente un atto di intervento che contiene a pena di inammissibilità: a) le indicazio ...

Continua a leggere

Articolo 94. 1. Gli enti e le associazioni rappresentativi di interessi lesi dal reato possono intervenire nel procedimento fino a che non siano compiuti gli adempimenti previsti dall’articolo 484.

Continua a leggere

Articolo 95. 1. Entro tre giorni dalla notificazione eseguita a norma dell’articolo 93 comma 3, le parti possono opporsi con dichiarazione scritta all’intervento dell’ente o dell’associazione. L’opposizione è notificata ...

Continua a leggere

Articolo 96. 1. L’imputato ha diritto di nominare non più di due difensori di fiducia. 2. La nomina è fatta con dichiarazione resa all’autorità procedente ovvero consegnata alla stessa dal difensore o trasmessa con raccomandata. 3. La nom ...

Continua a leggere

Articolo 97. 1. L’imputato che non ha nominato un difensore di fiducia o ne è rimasto privo è assistito da un difensore di ufficio. 2. Il consiglio dell’ordine forense, al fine di garantire l’effettività della difesa di ufficio, pre ...

Continua a leggere

Articolo 98. 1. L’imputato, la persona offesa dal reato, il danneggiato che intende costituirsi parte civile e il responsabile civile possono chiedere di essere ammessi al patrocinio a spese dello Stato, secondo le norme della legge sul patroci ...

Continua a leggere

Articolo 99. 1. Al difensore competono le facoltà e i diritti che la legge riconosce all’imputato, a meno che essi siano riservati personalmente a quest’ultimo. 2. L’imputato può togliere effetto, con espressa dichiarazione contrari ...

Continua a leggere

Articolo 100. 1. La parte civile, il responsabile civile e la persona civilmente obbligata per la pena pecuniaria stanno in giudizio col ministero di un difensore, munito di procura speciale conferita con atto pubblico o scrittura privata autenticata ...

Continua a leggere

Articolo 101. 1. La persona offesa dal reato, per l’esercizio dei diritti e delle facoltà ad essa attribuiti, può nominare un difensore nelle forme previste dall’articolo 96 comma 2. 2. Per la nomina dei difensori degli enti e delle assoc ...

Continua a leggere

Articolo 102. 1. Il difensore, per il caso di impedimento e per tutta la durata di questo, può designare un sostituto. 2. Il sostituto esercita i diritti e assume i doveri di difensore.

Continua a leggere

Articolo 103. 1. Le ispezioni e le perquisizioni negli uffici dei difensori sono consentite solo: a) quando essi o altre persone che svolgono stabilmente attività nello stesso ufficio sono imputati, limitatamente ai fini dell’accertamento del r ...

Continua a leggere

Articolo 104. 1. L’imputato in stato di custodia cautelare ha diritto di conferire con il difensore fin dall’inizio dell’esecuzione della misura. 2. La persona arrestata in flagranza o fermata a norma dell’articolo 384 ha diri ...

Continua a leggere

Articolo 105. 1. Il consiglio dell’ordine forense ha competenza esclusiva per le sanzioni disciplinari relative all’abbandono della difesa o al rifiuto della difesa di ufficio. 2. Il procedimento disciplinare è autonomo rispetto al proced ...

Continua a leggere