Articolo 46. Le disposizioni degli articoli 42 e 43 non si applicano nei giudizi davanti ai conciliatori.

Continua a leggere

Articolo 47. L’istanza di regolamento di competenza si propone alla Corte di cassazione con ricorso sottoscritto dal procuratore o dalla parte, se questa si costituita personalmente. Il ricorso deve essere notificato alle parti che non vi han ...

Continua a leggere

Articolo 48. I processi relativamente ai quali chiesto il regolamento di competenza sono sospesi dal giorno in cui presentata l’istanza al cancelliere a norma dell’articolo precedente o dalla pronuncia dell’ordinanza che richied ...

Continua a leggere

Articolo 49. Il regolamento pronunciato con sentenza in camera di consiglio entro i venti giorni successivi alla scadenza del termine previsto nell’Articolo 47 ultimo comma. Con la sentenza la Corte di cassazione statuisce sulla competenza, d ...

Continua a leggere

Articolo 50. Se la riassunzione della causa davanti al giudice dichiarato competente avviene nel termine fissato nella sentenza dal giudice e in mancanza in quello di sei mesi dalla comunicazione della sentenza di regolamento o della sentenza che dic ...

Continua a leggere

Articolo 51. Il giudice ha l’obbligo di astenersi: 1 se ha interesse nella causa o in altra vertente su identica questione di diritto; 2 se egli stesso o la moglie parente fino al quarto grado o legato da vincoli di affiliazione, o conviven ...

Continua a leggere

Articolo 52. Nei casi in cui fatto obbligo al giudice di astenersi, ciascuna delle parti pu proporne la ricusazione mediante ricorso contenente i motivi specifici e i mezzi di prova. Il ricorso, sottoscritto dalla parte o dal difensore, deve esser ...

Continua a leggere

Articolo 53. Sulla ricusazione decide il pretore se ricusato un conciliatore o un vice pretore del mandamento; il presidente del tribunale se ricusato un pretore della circoscrizione; il collegio se ricusato uno dei componenti del tribunale o d ...

Continua a leggere

Articolo 54. L’ordinanza che accoglie il ricorso designa il giudice che deve sostituire quello ricusato. La ricusazione dichiarata inammissibile, se non stata proposta nelle forme e nei termini fissati nell’articolo 52. L’ordina ...

Continua a leggere

Articolo 55. Abrogato dal D.P.R. 9 dicembre 1987, n. 497.

Continua a leggere

Articolo 56. Abrogato dal D.P.R. 9 dicembre 1987, n. 497.

Continua a leggere

Articolo 57. Il cancelliere documenta a tutti gli effetti, nei casi e nei modi previsti dalla legge, le attivit proprie e quelle degli organi giudiziari e delle parti. Egli assiste il giudice in tutti gli atti dei quali deve essere formato processo ...

Continua a leggere

Articolo 58. Il cancelliere attende al rilascio di copie ed estratti autentici dei documenti prodotti, all’iscrizione delle cause a ruolo, alla formazione del fascicolo d’ufficio e alla conservazione di quelli delle parti, alle comunicazi ...

Continua a leggere

Articolo 59. L’ufficiale giudiziario assiste il giudice in udienza, provvede all’esecuzione dei suoi ordini, esegue la notificazione degli atti e attende alle altre incombenze che la legge gli attribuisce.

Continua a leggere

Articolo 60. Il cancelliere e l’ufficiale giudiziario sono civilmente responsabili: 1 quando, senza giusto motivo, ricusano di compiere gli atti che sono loro legalmente richiesti oppure omettono di compierli nel termine che, su istanza di part ...

Continua a leggere