1. L’attività di riassicurazione consiste nell’accettazione di rischi ceduti da un’impresa di assicurazione o da un’altra impresa di riassicurazione ed è riservata alle imprese di riassicurazione. 2. Le imprese di ri ...

Continua a leggere

1. L’esercizio dell’attività nel territorio della Repubblica da parte di società veicolo aventi sede legale nel territorio della Repubblica è subordinato alla preventiva autorizzazione dell’ISVAP. 2. Con regolamento adottato ai sens ...

Continua a leggere

1. L’impresa che ha la sede legale nel territorio della Repubblica e che intende esercitare esclusivamente l’attività di riassicurazione è autorizzata dall’ISVAP, con provvedimento da pubblicare nel Bollettino, alle condizioni previ ...

Continua a leggere

1. L’ISVAP rilascia l’autorizzazione di cui all’articolo 58 quando ricorrono le seguenti condizioni: 1) sia adottata la forma di società per azioni costituita ai sensi dell’articolo 2325 del codice civile o di società europea ...

Continua a leggere

1. L’impresa già autorizzata all’esercizio dell’attività riassicurativa in uno o più rami vita o danni che intende estendere l’attività ad altri rami indicati nell’articolo 2, commi 1 o 3, deve essere preventivamente aut ...

Continua a leggere

1. L’impresa di riassicurazione, qualora intenda istituire una sede secondaria in un altro Stato membro, ne dà preventiva comunicazione all’ISVAP. Nella comunicazione è indicato: 1) l’indirizzo della sede secondaria; 2) il nominativ ...

Continua a leggere

1. L’impresa di riassicurazione, qualora intenda effettuare per la prima volta attività in regime di libertà di prestazione di servizi in un altro Stato membro, ne dà comunicazione all’ISVAP. Insieme alla comunicazione l’impresa tra ...

Continua a leggere

1. L’impresa di riassicurazione, qualora intenda istituire una sede secondaria in uno Stato terzo, ne dà preventiva comunicazione all’ISVAP. 2. L’ISVAP vieta all’impresa di procedere all’insediamento della sede secondari ...

Continua a leggere

1. L’accesso all’attività riassicurativa in regime di stabilimento nel territorio della Repubblica, da parte di un’impresa avente la sede legale in un altro Stato membro, è subordinato alla comunicazione all’ISVAP, da parte de ...

Continua a leggere

1. L’impresa avente sede legale in uno Stato terzo, qualora intenda esercitare nel territorio della Repubblica l’attività riassicurativa in regime di stabilimento, è preventivamente autorizzata dall’ISVAP con provvedimento pubblicat ...

Continua a leggere

1. È consentito, senza necessità di autorizzazione, l’accesso e l’esercizio dell’attività di riassicurazione in regime di libera prestazione di servizi nel territorio della Repubblica da parte delle imprese aventi la sede legale in ...

Continua a leggere

1. L’impresa di riassicurazione opera con un’idonea organizzazione amministrativa e contabile e con un adeguato sistema di controllo interno. 2. Il sistema di controllo interno deve prevedere procedure atte a far si che i sistemi di monit ...

Continua a leggere

1. L’ISVAP determina, con regolamento, le disposizioni relative alla formazione e alla copertura delle riserve tecniche e al margine di solvibilità per l’esercizio dell’attività di riassicurazione nel rispetto dei principi generali ...

Continua a leggere

1. L’impresa di riassicurazione costituisce riserve tecniche alla fine di ciascun esercizio, al lordo delle retrocessioni, sufficienti in relazione agli impegni assunti per l’insieme delle sue attività. 2. L’ammontare delle riserve ...

Continua a leggere

1. Le riserve tecniche e le riserve di perequazione di cui all’articolo 64 sono coperte con attivi di proprietà dell’impresa. Nella scelta degli attivi l’impresa: 1) tiene conto del tipo di affari assunti e, in particolare, della na ...

Continua a leggere