1. Agli effetti del codice delle assicurazioni private si intendono per: 2 Visto inserito dal comma 1 dell?articolo 3, Decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 53. 1) assicurazione contro i danni: le assicurazioni indicate all’articolo 2, comma 3; ...

Continua a leggere

1. Nei rami vita la classificazione per ramo è la seguente: I. le assicurazioni sulla durata della vita umana; II. le assicurazioni di nuzialità e di natalità; III. le assicurazioni, di cui ai rami I e II, le cui prestazioni principali sono direttame ...

Continua a leggere

1. La vigilanza ha per scopo la sana e prudente gestione delle imprese di assicurazione e di riassicurazione e la trasparenza e la correttezza dei comportamenti delle imprese, degli intermediari e degli altri operatori del settore assicurativo, avend ...

Continua a leggere

1. Il Ministro delle attività produttive adotta i provvedimenti previsti nel presente codice nell’ambito delle linee di politica assicurativa determinate dal Governo.

Continua a leggere

1. L’ISVAP svolge le funzioni di vigilanza sul settore assicurativo mediante l’esercizio dei poteri di natura autorizzativa, prescrittiva, accertativa, cautelare e repressiva previsti dalle disposizioni del presente codice. 1-bis. L?ISVAP ...

Continua a leggere

1. L’ISVAP esercita le funzioni di vigilanza nei confronti: 1) delle imprese, comunque denominate e costituite, che esercitano nel territorio della Repubblica attività di assicurazione o di riassicurazione in qualsiasi ramo e in qualsiasi forma ...

Continua a leggere

1. Le persone fisiche e giuridiche, nonché le associazioni riconosciute per la rappresentanza degli interessi dei consumatori hanno facoltà di proporre reclamo all’ISVAP, per l’accertamento dell’osservanza delle disposizioni previst ...

Continua a leggere

1. Il Ministero dello sviluppo economico e l’ISVAP esercitano i poteri attribuiti in armonia con le disposizioni dell?Unione europea, si conformano ai regolamenti e alle decisioni dell’Unione europea e provvedono in merito alle raccomanda ...

Continua a leggere

1. I regolamenti ministeriali sono adottati ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400. 2. I regolamenti adottati dall’ISVAP ai sensi del presente codice sono emanati dal presidente dell’Istituto nel risp ...

Continua a leggere

1. Tutte le notizie, le informazioni e i dati in possesso dell’ISVAP in ragione della sua attività di vigilanza sono coperti dal segreto d’ufficio anche nei confronti delle pubbliche amministrazioni. Sono fatti salvi i casi previsti dalla ...

Continua a leggere

1. L’esercizio dell’attività assicurativa nei rami vita e nei rami danni, come classificati all’articolo 2, è riservato alle imprese di assicurazione. 2. L’impresa di assicurazione limita l’oggetto sociale all’eser ...

Continua a leggere

1. Sono vietate le associazioni tontinarie o di ripartizione, le assicurazioni che hanno per oggetto il trasferimento del rischio di pagamento delle sanzioni amministrative e quelle che riguardano il prezzo del riscatto in caso di sequestro di person ...

Continua a leggere

1. L’ISVAP alle condizioni previste dall’articolo 14 autorizza, con provvedimento da pubblicare nel bollettino, l’impresa che intende esercitare l’attività nei rami vita oppure nei rami danni ovvero, congiuntamente, nei rami v ...

Continua a leggere

1. L’ISVAP rilascia l’autorizzazione di cui all’articolo 13 quando ricorrono le seguenti condizioni: 1) sia adottata la forma di società per azioni, di società cooperativa o di società di mutua assicurazione le cui quote di partecip ...

Continua a leggere

1. L’impresa già autorizzata all’esercizio di uno o più rami vita o danni che intende estendere l’attività ad altri rami indicati nell’articolo 2, commi 1 o 3, deve essere preventivamente autorizzata dall’ISVAP. Si appli ...

Continua a leggere