Articolo 31. Manutenzione delle ripe. 1. I proprietari devono mantenere le ripe dei fondi laterali alle strade, sia a valle che a monte delle medesime, in stato tale da impedire franamenti o cedimenti del corpo stradale, ivi comprese le opere di sost ...

Continua a leggere

Articolo 32. Condotta delle acque. 1. Coloro che hanno diritto di condurre acque nei fossi delle strade sono tenuti a provvedere alla conservazione del fosso e, in difetto, a corrispondere all’ente proprietario della strada le spese necessarie ...

Continua a leggere

Articolo 33. Canali artificiali e manufatti sui medesimi. 1. I proprietari e gli utenti di canali artificiali in prossimità del confine stradale hanno l’obbligo di porre in essere tutte le misure di carattere tecnico idonee ad impedire l’ ...

Continua a leggere

Articolo 34. Oneri supplementari a carico dei mezzi d’opera per l’adeguamento delle infrastrutture stradali. 1. I mezzi d’opera di cui all’articolo 54, comma 1, lettera n), devono essere muniti, ai fini della circolazione, di ...

Continua a leggere

Articolo 35. Competenze. 1. Il Ministero dei lavori pubblici è competente ad impartire direttive per l’organizzazione della circolazione e della relativa segnaletica stradale, sentito il Ministero dell’ambiente per gli aspetti di sua comp ...

Continua a leggere

Articolo 36. Piani urbani del traffico e piani del traffico per la viabilità extraurbana. 1. Ai comuni, con popolazione residente superiore a trentamila abitanti, è fatto obbligo dell’adozione del piano urbano del traffico veicolare entro un an ...

Continua a leggere

Articolo 37. Apposizione e manutenzione della segnaletica stradale. 1. L’apposizione e la manutenzione della segnaletica, ad eccezione dei casi previsti nel regolamento per singoli segnali, fanno carico: a) agli enti proprietari delle strade, f ...

Continua a leggere

Articolo 38. Segnaletica stradale. 1. La segnaletica stradale comprende i seguenti gruppi: a) segnali verticali; b) segnali orizzontali; c) segnali luminosi; d) segnali ed attrezzature complementari. 2. Gli utenti della strada devono rispettare le pr ...

Continua a leggere

Articolo 39. Segnali verticali. 1. I segnali verticali si dividono nelle seguenti categorie: A) segnali di pericolo: preavvisano l’esistenza di pericoli, ne indicano la natura e impongono ai conducenti di tenere un comportamento prudente; B) se ...

Continua a leggere

Articolo 40. Segnali orizzontali. 1. I segnali orizzontali, tracciati sulla strada, servono per regolare la circolazione, per guidare gli utenti e per fornire prescrizioni od utili indicazioni per particolari comportamenti da seguire. 2. I segnali or ...

Continua a leggere

Articolo 41. Segnali luminosi. 1. I segnali luminosi si suddividono nelle seguenti categorie: a) segnali luminosi di pericolo e di prescrizione; b) segnali luminosi di indicazione; c) lanterne semaforiche veicolari normali; d) lanterne semaforiche ve ...

Continua a leggere

Articolo 42. Segnali complementari. 1. I segnali complementari sono destinati ad evidenziare o rendere noto: a) il tracciato stradale; b) particolari curve e punti critici; c) ostacoli posti sulla carreggiata o ad essa adiacenti. 2. Sono, altresì, se ...

Continua a leggere

Articolo 43. Segnalazioni degli agenti del traffico. 1. Gli utenti della strada sono tenuti ad ottemperare senza indugio alle segnalazioni degli agenti preposti alla regolazione del traffico. 2. Le prescrizioni date mediante segnalazioni eseguite dag ...

Continua a leggere

Articolo 44. Passaggi a livello. 1. In corrispondenza dei passaggi a livello con barriere può essere collocato, a destra della strada, un dispositivo ad una luce rossa fissa, posto a cura e spese dell’esercente la ferrovia, il quale avverta in ...

Continua a leggere

Articolo 45. Uniformità della segnaletica, dei mezzi di regolazione e controllo ed omologazioni. 1. Sono vietati la fabbricazione e l’impiego di segnaletica stradale non prevista o non conforme a quella stabilita dal presente codice, dal regola ...

Continua a leggere