Articolo 1. Principi generali. 1. La circolazione dei pedoni, dei veicoli e degli animali sulle strade è regolata dalle norme del presente codice e dai provvedimenti emanati in applicazione di esse, nel rispetto delle normative internazionali e comun ...

Continua a leggere

Articolo 2. Definizione e classificazione delle strade. 1. Ai fini dell’applicazione delle norme del presente codice si definisce strada l’area ad uso pubblico destinata alla circolazione dei pedoni, dei veicoli e degli animali. 2. Le str ...

Continua a leggere

Articolo 3. Definizioni stradali e di traffico. 1. Ai fini delle presenti norme le denominazioni stradali e di traffico hanno i seguenti significati: 1) Area di intersezione: parte della intersezione a raso, nella quale si intersecano due o più corre ...

Continua a leggere

Articolo 4. Delimitazione del centro abitato. 1. Ai fini dell’attuazione della disciplina della circolazione stradale, il comune, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente codice, provvede con deliberazione della giu ...

Continua a leggere

Articolo 5. Regolamentazione della circolazione in generale. 1. Il Ministro dei lavori pubblici può impartire ai prefetti e agli enti proprietari delle strade le direttive per l’applicazione delle norme concernenti la regolamentazione della cir ...

Continua a leggere

Articolo 6. Regolamentazione della circolazione fuori dei centri abitati. 1. Il prefetto, per motivi di sicurezza pubblica o inerenti alla sicurezza della circolazione, di tutela della salute, nonché per esigenze di carattere militare può, conformeme ...

Continua a leggere

Articolo 7. Regolamentazione della circolazione nei centri abitati. 1. Nei centri abitati i comuni possono, con ordinanza del sindaco: a) adottare i provvedimenti indicati nell’articolo 6, commi 1, 2 e 4; b) limitare la circolazione di tutte o ...

Continua a leggere

Articolo 8. Circolazione nelle piccole isole. 1. Nelle piccole isole, dove si trovino comuni dichiarati di soggiorno o di cura, qualora la rete stradale extraurbana non superi 50 chilometri e le difficoltà ed i pericoli del traffico automobilistico s ...

Continua a leggere

Articolo 9. Competizioni sportive su strada. 1. Sulle strade ed aree pubbliche sono vietate le competizioni sportive con veicoli o animali e quelle atletiche, salvo autorizzazione. L’autorizzazione è rilasciata dal sindaco del comune in cui dev ...

Continua a leggere

Articolo 10. Veicoli eccezionali e trasporti in condizioni di eccezionalità. 1. È eccezionale il veicolo che superi, per specifiche esigenze funzionali, i limiti di sagoma o massa stabiliti negli articoli 61 e 62. 2. È considerato trasporto in condiz ...

Continua a leggere

Articolo 11. Servizi di polizia stradale. 1. Costituiscono servizi di polizia stradale: a) la prevenzione e l’accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale; b) la rilevazione degli incidenti stradali; c) la predisposizione e ...

Continua a leggere

Articolo 12. Espletamento dei servizi di polizia stradale. 1. L’espletamento dei servizi di polizia stradale previsti dal presente codice spetta: a) in via principale alla specialità Polizia Stradale della Polizia di Stato; b) alla Polizia di S ...

Continua a leggere

Articolo 13. Norme per la costruzione e la gestione delle strade. 1. Il Ministro dei lavori pubblici, sentiti il Consiglio superiore dei lavori pubblici ed il Consiglio nazionale delle ricerche, emana entro un anno dalla entrata in vigore del present ...

Continua a leggere

Articolo 14 Poteri e compiti degli enti proprietari delle strade. 1. Gli enti proprietari delle strade, allo scopo di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, provvedono: a) alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade, delle lo ...

Continua a leggere

Articolo 15. Atti vietati. 1. Su tutte le strade e loro pertinenze è vietato: a) danneggiare in qualsiasi modo le opere, le piantagioni e gli impianti che ad esse appartengono, alterarne la forma ed invadere od occupare la piattaforma e le pertinenze ...

Continua a leggere